Monthly Archives: gennaio 2019

L’ INVERNO DEL SAREBBE BASTATO UN GRADO IN MENO… ORA SOTTO CON GLI OMBRELLI!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Per ora possiamo configurare questo inverno con il nome “Sarebbe bastato un grado in meno”. Tutte le perturbazioni arrivate fino ad ora sulla nostra regione, sono arrivate infatti da nord- ovest con apporto di aria artica, umida, ma non freddissima.

In queste situazioni sono sempre le regioni del nord- ovest e l’ Emilia Romagna a vedere più precipitazioni nevose. La nostra regione salvo rare eccezioni si trova sempre al limite fra acqua e neve come accaduto in questi ultimi eventi.

Nevicate quindi buone per i nostri appennini ma che difficilmente scendono in modo convinto al di sotto delle quote collinari o di alta collina.

Inverno che quindi fino ad ora si è mostrato molto movimentato ma che non ha “regalato” una nevicata decente e con accumuli discreti.

Naturalmente la neve serve più di tutto in montagna e fino ad ora il risultato di questo inverno è più che buono su tutto l’ appennino, più scarso su alcune parti delle Alpi.

Andiamo ora però ad analizzare cosa ci aspetta per i prossimi giorni per quanto riguarda la nostra regione/città. Giornate perturbate ma con un bel rialzo termico che vedrà diversa pioggia e neve solo al di sopra dei 1500 metri almeno per qualche giorno prima che cessino le precipitazioni e si ritorni con temperature più fresche.

Vediamo ora il dettaglio dei prossimi giorni:

VENERDI’ 1 FEBBRAIO

La giornata di Venerdì vedrà tutto il territorio regionale con cieli nuvolosi, molto nuvolosi e pioggia intermittente fin dal primo mattino. Pioggia che non sarà molto abbondante ma che molto probabilmente proseguirà per tutto l’arco della giornata e provocherà lo scioglimento della neve caduta fino a quote di alta collina/montagna. Avremo un rialzo termico delle temperature abbastanza accentuato sopratutto nei valori massimi. Temperature minime che si attesteranno fra 1/3 gradi , massime comprese fra i 6/8 gradi.

SABATO 2 FEBBRAIO

La giornata di Sabato sarà molto umida e si presenterà con piogge sparse su tutto il territorio regionale fin dal primo mattino. Le piogge insisteranno per tutto l’arco della giornata su tutto il territorio regionale, le stesse non saranno particolarmente abbondanti ma con poche pause precipitative. Avremo temperature in aumento sia nei valori minimi che in quelli massimi. Temperature minime comprese fra i 2/4 gradi. Massime che si attesteranno fra gli 8/10 gradi.

DOMENICA 3 FEBBRAIO

La giornata di Domenica si aprirà molto probabilmente con cieli parzialmente nuvolosi o nuvolosi su tutto il territorio regionale. Residui piovaschi permarranno di primo mattino solamente nelle aree appenniniche. Nel corso della giornata i cieli diverranno parzialmente nuvolosi su tutta la regione senza precipitazioni di rilievo. Temperature in calo sopratutto nei valori massimi che si attesteranno fra i 5/7 gradi su tutto il territorio regionale. Minime comprese fra gli 1/3 gradi.

MEDIO TERMINE

Al momento non dovremmo avere perturbazioni particolarmente fredde per le nostre zone  fino almeno al 5/6 febbraio.

LUNGO TERMINE

Esiste una concreta possibilità di n ritorno del freddo a partire dalla seconda settimana di febbraio. Target 8/14 febbraio. Tale perturbazione al contrario di quelle appena passate dovrebbe provenire direttamente da est. Aria quindi continentale molto più fredda di quelle avute fino a questo momento. Vedremo come evolverà tale situazione nei prossimi aggiornamenti.

Buon fine settimana con l’ ombrello da Ric Meteo Gubbio.


BREVE PAUSA… POI ANCORA FREDDO MA NON DA NEVE SERIA!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati agli amici e lettori.

Dopo la “sola” dei modelli riguardo alle precipitazioni e alla quota neve sulla nostra regione, sovrastimata un po’ da tutti, me compreso, iniziamo a capire cosa ci aspetta per i prossimi giorni.

Inizio con il dire che non avremo grandi scaldate o alta pressione prolungata alle nostre latitudini ma almeno per il momento nemmeno grandi eventi freddi in arrivo.

Nel breve termine  inoltre tornerà la neve ad altitudini da alta collina. Capisco chi vorrebbe vedere 20 cm di neve fresca nel proprio giardino ma vi assicuro che questo Gennaio che sta per concludersi è stato uno dei più dinamici degli ultimi anni con tutto l’ appennino centro meridionale innevato come non si vedeva da diverso tempo. Manca ancora almeno per la nostra regione un’ evento con una bella nevicata al piano ma sono sicuro che arriverà, anche se bisognerà aspettare un po’.

Entriamo ora nello specifico per capire cosa ci attende per quanto riguarda la nostra regione/ città:

SABATO 26 GENNAIO

La giornata di Sabato si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Nel corso della giornata avremo un aumento della nuvolosità solamente in appennino ma senza rischio di precipitazioni. Nel resto del territorio regionale avremo cieli poco o parzialmente nuvolosi per tutto l’ arco della giornata. Di primo mattino avremo estese gelate su tutto il territorio regionale stante i cieli quasi sereni nella fase notturna e le condizioni ancora invernali con  le temperature di qualche grado al di sotto della media del periodo. Le temperature minime saranno negative su quasi tutto il territorio regionali con valori compresi fra i -4/-1 gradi. I aumento le massime con temperature comprese fra i 5 /7 gradi.

 

DOMENICA 27 GENNAIO

 

La giornata di Domenica si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi o nuvolosi su tutto il territorio regionale. Nel corso della giornata avremo nuvole in aumento in appennino e nella parte orientale della regione. In appennino avremo locali episodi nevosi ad una quota compresa fra i 1000/1200 metri. Cieli parzialmente nuvolosi nel resto del territorio regionale. In serata locali piovaschi nel nord regionale e nelle aree pre Appenniniche della regione. Avremo le temperature minime in aumento comprese fra i 0/2 gradi mentre le temperature massime saranno in lieve calo comprese fra i 4 /6 gradi.

LUNEDI 28 MARTEDI’ 29 MERCOLEDI’ 30

Le giornate di inizio settimana saranno abbastanza movimentate con molte nuvole pioggia e anche neve. Avremo per le giornate citate un nuovo affondo di aria artica che farà ritornare la neve sopratutto al nord-ovest e anche parte del centro Italia. Anche in Umbria tornerà la neve ma come accaduto per la passata perturbazione difficilmente scenderà al di sotto dei 600/700 metri. Anche nella prossima occasione avremo infatti temperature al limite che permetteranno un eventuale attecchimento solo alle quote citate. Avremo inoltre a differenza del passato episodio anche meno precipitazioni almeno dal punto di vista dei modelli. Le giornate maggiormente indicate per rivedere la neve saranno quelle di Martedì e Mercoledì anche se onestamente non mi aspetto grandi cose. Naturalmente vi terrò aggiornati sulla situazione ma fossi in voi non ci farei troppo la bocca.

MEDIO TERMINE

Dopo la passata dei primi 3/4 giorni della prossima settimana avremo molto probabilmente un periodo con temperature di poco al di sopra della media anche se le giornate rimarranno fresche soprattutto di primo mattino ed in serata.

LUNGO TERMINE

Mi aspetto una perturbazione di aria continentale da est sulla nostra penisola entro la prima decade di Febbraio o giù di lì. Target previsionale 8/15 febbraio. Naturalmente a precocissimo in termini meteorologici sapere se, come e quando potremmo essere coinvolti. Ci sono diversi presupposti però che mi fanno propendere verso questo tipo di evento al quale al momento darei un buon 60% di realizzazione.

STATI UNITI

Menzione speciale per gli Stati Uniti e Canada che vedranno giornate veramente gelide e oserei dire storiche nei prossimi giorni. Ne sentiremo parlare sicuramente nei telegiornali sperando che non muoiano troppe persone per il freddo e il gelo!!

Un saluto a tutti e buon fine settimana 

Ric Meteo Gubbio 

Ps: Ma dove lo trovate uno che gratuitamente vi aggiorna anche il giorno del suo compleanno??….


SITUAZIONE 22/23/24 GENNAIO!! E’ L’ ORA DELLA DAMA BIANCA!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati amici e lettori.

E’ ora di sciogliere la prognosi relativa al prossimo peggioramento che già in queste ore ha prodotto eventi nevosi su tutta la fascia appenninica e pre Appenninica della nostra regione. 

L’ aria artica in entrata sul nostro stivale andrà a creare un minimo depressionario che viene visto in formazione fra la Sardegna e le coste della Toscana. Tale minimo richiamerà aria più fredda di stampo continentale, lo scontro di queste due masse d’ aria in sede Italica produrrà un fronte precipitativo su tutto il centro e parte del nord della nostra penisola per i prossimi giorni e per le prossime ore. 

Trattandosi di aria Artica le temperature non saranno gelide e non stiamo parlando assolutamente di Burian o altre perturbazioni provenienti direttamente da est, ma tale massa d’ aria riuscirà comunque a portare precipitazioni nevose su diverse regioni della nostra penisola Umbria compresa.

Nelle prossime ore assisteremo a moderate precipitazioni sparse. Dal pomeriggio odierno avremo un graduale ulteriore peggioramento a partire da ovest della nostra regione. Precipitazioni via via più intense interesseranno tutte le regioni centrali compresa l’ Umbria dalle ore notturne e nella giornata di Martedì, quando assisteremo ad un progressivo abbassamento della quota neve a partire dal pomeriggio, e in maniera più significativa in serata ; fino ai 300 m nelle aree interne della Toscana e nord Lazio e Umbria  settentrionale, 500- 600 metri altrove; grazie all’afflusso freddo sopra descritto.  Le precipitazioni poi dovrebbero proseguire fino alla prima parte di Mercoledì quando la quota neve potrebbe scendere ulteriormente.

Entriamo ora nel dettaglio per quanto riguarda la nostra regione /città:

LUNEDI’ 21 Gennaio

La giornata di Lunedì si aprirà con nuvolosi su tutto il territorio regionale. Nel corso della giornata avremo un aumento della nuvolosità e precipitazioni sparse a partire dai settori dell’ ovest regionale in estensione a tutto il territorio della regione. In appennino potremo avere nuvole più compatte a fin dal primo mattino che potrebbero produrre locali deboli nevicate ad una quota compresa fra i 500/700 metri. Dal pomeriggio sera  precipitazioni più insistenti e diffuse su tutto il territorio della regione  con  quota neve alto collinare  nella parte orientale della regione. La quota neve sarà inizialmente intorno ai 500/600 metri per l’ Umbria settentrionale 700 metri per il resto della regione. Dalla serata potremo avere i primi lievi accumuli lungo la fascia appenninica. In nottata ulteriore calo della quota neve. Temperature minime 0/2 massime 3/5 gradi.

MARTEDI’ 22 GENNAIO

La giornata di martedì si aprirà con cieli nuvolosi o molto nuvolosi su tutto il territorio regionale con precipitazioni abbastanza diffuse su tutta la regione. Nel primo mattino avremo una quota neve fra i 400/500 metri nel nord regionale e nella parte orientale della regione, 500/700 metri nel resto del territorio regionale. Stante i dati attuali nevicate diffuse fin da subito su tutta la fascia appenninica. Dal primo pomeriggio ed ancora di più fra il pomeriggio e la sera, dovremmo avere un incremento delle precipitazioni che dovrebbero persistere per tutta la notte di Martedì fino alla mattinata di Mercoledì. In questa finestra temporale dovremmo avere un incremento dell’ apporto di aria fredda con quota neve in calo fino ai 200/300 metri nel nord regionale mentre neve collinare nel resto della regione. Stante le precipitazioni previste mi aspetto accumuli discreti nell’area dell’ Eugubino Gualdese e Alta Valle del Tevere.  Temperature minime -1/0 massime 2 / 4.

MERCOLEDI’ 23 GENNAIO

La giornata di mercoledì si aprirà con deboli nevicate diffuse su tutto il territorio regionale ed in special modo sulla fascia appenninica. Naturalmente anche in questo caso avremo una quota neve differente a seconda della posizione regionale anche se il contributo di aria fredda in quota, potrebbe far scendere le precipitazioni nevose e la quota neve fin sui 300/400 metri su quasi tutto il territorio regionale. Acqua mista a neve nelle pianure e nelle vallate della regione. Dalla tarda mattinata primo pomeriggio cessazione dei fenomeni su tutta la regione salvo l’ area appenninica dove potrebbero insistere deboli ed intermittenti  precipitazioni nevose. Temperature minime -1/0 massime 3/4.

Per quanto riguarda la nostra città nello specifico, le precipitazioni più abbondanti sono previste dal pomeriggio di domani fino alla mattinata di Mercoledì in questo lasso temporale vista la quota neve prevista mi aspetto un accumulo nevoso più che discreto. Naturalmente tutta la fascia appenninica del nostro comprensorio sarà in pole per questo evento con accumuli che potrebbero creare disagi.

MEDIO TERMINE

Il tutto non dovrebbe esaurirsi in queste giornate anche se al momento prima di offrire altri dettagli preferisco attendere gli eventi in corso. Potrebbe però formarsi una perturbazione denominata in gergo meteo “ritornante” che potrebbe portare a nuovi episodi nevosi a quote collinari o basso collinari in alcuni momenti del proseguo di questa settimana.

LUNGO TERMINE

Rimango dell’ idea che stante i movimenti a livello di masse d’ aria in sede Euro- Asiatica potremmo avere una prima parte del mese di Febbraio abbastanza fredda con possibile intrusione di aria continentale (gelida) in sede Italica entro i primi 10 giorni di Febbraio.

Io come sempre ci ho provato, ora non ci resta che attendere in tempo reale per vedere i risvolti di questa fase fredda.

Ricordatevi sempre che un grado o mezzo grado in questi casi fa la differenza, ma siamo arrivati oramai a 24h dall’ evento quindi tutto ciò scritto è quello che più o meno mi aspetto!!!

Un saluto a tutti 

Ric Meteo Gubbio


GIORNATE FREDDE E PERTURBATE IN ARRIVO!!! DA LUNEDI’ PER TUTTA LA SETTIMANA!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori. 

Sapevo che rendere le mie previsioni di pubblico dominio significava metterci la “faccia”, e so anche che quando uno parla di neve e freddo la faccenda diventa ancora più complicata. 

In questi anni sto offrendo un “servizio” a tutti in modo gratuito e salvo i miei sponsor che mi aiutano e che potrebbero lagnarsi, spero che prendiate sempre quello che scrivo con il beneficio del dubbio, sapendo che quello che faccio e per passione, passione  che cerco di condividere anche con voi che leggete e con tutti quelli che in qualche modo mi seguono.

Scusate per questo piccolo preambolo, ma visto quello che sto per scrivere già mi aspetto i soliti commenti: < Avevi detto che ne faceva 2 cm ne ha fatti 6. Metti le immagini della pala e non è servita. Dicevi che iniziava alle 6.00 e invece ha iniziato alle 6.30. > o robe di questo tipo.

Parliamo ora di Meteorologia e soprattutto di cosa accadrà nei prossimi giorni in Italia e nella nostra regione. Prossima settimana che stante le carte odierne, è tutta da vivere per chi è appassionato di questa scienza. 

Una massa di aria artica sta già raggiungendo in queste ore i versanti Alpini Europei della nostra penisola. L’ aria artica non è di per se freddissima come potrebbe essere quella continentale, ma sarà sicuramente più carica di umidità. Sono previsti inoltre dei Geopotenziali molto bassi sulla nostra penisola fattore che seppur non con aria gelida farà abbassare la quota delle nevicate fin quasi alla pianura nei prossimi giorni in quasi tutto il nord e centro Italia. Più ai margini dell’ evento rimarrà il sud Italia anche se non mancheranno anche li episodi nevosi a quote collinari o alto collinari.

Inizierei con l’ allegare all’ articolo 3 carte previsionali che ci fanno ben notare la discesa della massa di aria fredda sulla nostra penisola con conseguente blocco nel settore atlantico da parte dell’ alta pressione. Cartine che prendono in esame 3 giornate della prossima settimana 23/24/25 Gennaio.

Al momento se le carte attuali non dovessero subire variazioni, sarebbero  da neve per gran parte del nord e del centro Italia compresa la nostra regione/città.

Passiamo ora al dettaglio di quello che penso accada per step nei prossimi giorni:

19/22 Gennaio

L’ aria più fresca/fredda arriverà sui nostri territori già a partire dalla serata di Sabato 19 Gennaio. Nella serata di Sabato potremo avere le prime nevicate in appennino ad una quota intorno ai 500/700 metri. Nella parte orientale della regione quindi anche Eugubino- Gualdese potremo avere precipitazioni a carattere di pioggia con quota neve fra i 600/800 metri. Non escludo i primi fiocchi misti a pioggia e le prime deboli nevicate nei paesi della fascia appenninica del nostro comprensorio. Il tutto sarà però molto fugace e le precipitazioni non saranno comunque cospicue. La giornata di Domenica e di Lunedì vedranno pochissime precipitazioni anche se il cielo si manterrà per lo più nuvoloso. L’ aria fredda continuerà a sopraggiungere fino alle nostre latitudini e stante i geopotenziali annunciati inizieranno a formarsi i primi minimi depressionari. Nella serata/nottata di Lunedì dovremmo avere le prime precipitazioni a quote collinari fra i 400/500 metri.

23/24/25 Gennaio

L’aria fredda in questi giorni avrà “abbordato” oramai tutto il centro Italia dove saranno possibili a più episodi  nevosi a quote anche pianeggianti. Anche se le temperature a 850hp non saranno particolarmente basse -3/-5, la temperatura in quota compresa fra -32/-34 e i gpt particolarmente bassi, faranno si che tutte le precipitazioni risulteranno a carattere nevoso. Non metterò centimetri o quantitativi ma al momento mi aspetto sicuramente accumuli su un po’ tutta la nostra regione. Gli accumuli più rilevanti saranno come sempre in appennino e nel nord regionale, ma in questo caso mi aspetto nevicate anche nella parte ovest della nostra regione. Il tutto dovrebbe durare a carattere intermittente fino almeno alla giornata del 25 e 26 Gennaio.

LUNGO TERMINE

Al momento il freddo e altri eventi perturbati potrebbero protrarsi fino almeno alla prima settimana di Febbraio. Naturalmente ciò non significa ce nevicherà per 15 giorni ma che ci saranno le condizioni per nuovi affondi freddi sulla nostra penisola, forse anche con aria continentale più fredda.

I prossimi giorni fornirò dettagli su ogni giornata con i nuovi aggiornamenti dei modelli fondamentali in questi casi per vedere la reale posizione dei minimi depressionari. 

Un saluto a tutti, ai prossimi aggiornamenti.

Ric Meteo Gubbio

 


IL FREDDO SI PRENDE UNA PAUSA DI 5/6 GIORNI!!! RESTEREMO COMUNQUE CON TEMPERATURE FRESCHE!!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

La perturbazione appena passata proveniente direttamente dall’ artico, con il suo carico di aria artico/marittima, ha prodotto precipitazioni di rilievo soprattutto in Appennino e nelle regioni del medio basso adriatico.

Anche se poca, anche la nostra regione ha visto qualche decente nevicate che ha prodotto accumuli rilevanti solamente lungo la fascia appenninica. Lo si intuiva fin dall’ inizio che non sarebbe stato un’ evento per la nostra regione, anche se è sempre bello almeno per me, assistere a nevicate come quella di ieri pomeriggio.

Detto questo i prossimi giorni, avremo una temporanea contrazione del vortice polare, situazione che favorirà una discesa di aria atlantica sulla nostra penisola. Stop quindi al freddo per almeno 5/6 giorni anche se fino al fine settimana risentiremo della perturbazione ancora in atto.

Non avremo più precipitazioni se non s esclude qualche locale piovasco nella giornata di Domenica ma con quota neve in appennino in deciso rialzo rispetto a questi giorni. Farà ancora freddo e sopratutto avremo una marcata escursione termica fra le ore diurne e quelle notturne con minime sotto lo zero termico ed estese gelate di primo mattino su tutto il territorio regionale.

Passiamo ora al dettaglio dei prossimi giorni per quanto riguarda la nostra regione/città :

SABATO 12 GENNAIO

La giornata di Sabato si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale senza rischio di precipitazioni. Solamente in appennino avremo sporadici episodi nevosi a partire dal primo pomeriggio a ma di scarsa entità. Giornata ancora fresca per il periodo con gelate di primo mattino nelle vallate e pianure della regione. Le temperature minime saranno di qualche grado sotto lo zero termico su tutto il territorio regionale comprese fra i -5 / -2 gradi. Le temperature massime saranno in lieve aumento comprese fra 4/6 gradi.

DOMENICA 13 GENNAIO

La giornata di Domenica si aprirà con cieli poco o parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Durante il corso della giornata, tarda mattinata primo pomeriggio, avremo un aumento della nuvolsità con locali precipitazioni blande e a e di poca entità  con quota neve fra i 700/800 metri. In appennino potremo avere locali nevicate più consistenti a partire da metà giornata. Nell’ ovest  e sud regionale ampli sprazzi soleggiati con nuvolosità in aumento dal primo pomeriggio e locali precipitazioni molto sporadiche ed intermittenti con quota neve fra i 900/1000 metri. Temperature in lieve aumento nei valori minimi che si attesteranno fra i -2/0 gradi. Massime stazionarie comprese fra i 4/6 gradi.

LUNEDI’  14  GENNAIO

La giornata di Lunedì  si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale senza rischio di precipitazioni. Qualche nuvola più compatta in appennino dove  potremmo avere sporadici  e blandi episodi nevosi a partire dal primo pomeriggio. Giornata ancora fresca per il periodo con gelate estese di primo mattino nelle vallate e pianure della regione. Le temperature minime saranno di qualche grado sotto lo zero termico su tutto il territorio regionale comprese fra i -4 / -1 gradi. Le temperature massime saranno in lieve aumento comprese fra 5/7  gradi.

MEDIO TERMINE 

Al momento sembra che non avremo particolari eventi freschi/freddi fino almeno al 17/19 gennaio.  In queste date dovremmo avere un nuovo affondo freddo anche se al momento non sembra molto consistente, o meglio l’ aria in entrata non sarà particolarmente fredda. Da valutare il tutto con i prossimi articoli e aggiornamenti.

LUNGO TERMINE

Il vortice polare ha subito un forte riscaldamento a livello stratosferico dividendosi in due (Split del Vortice Polare). Tale situazione sta determinando in questi giorni la propagazione di tale evento anche a livello troposferico con il Vortice polare che nei prossimi giorni sarà “frantumato” in tre lobi. Uno dei lobi principali dovrebbe essere centrato anche sull’ Eropa. Tale situazione dovrebbe favorire un blocco alto pressorio in sede atlantica con conseguente discesa  di una massa d’ aria molto fredda su tutto il comparto Europeo Italia compresa. Se tale situazione andasse realmente in porto come prospettata, non escludo più eventi molto crudi e ripetuti sulla nostra penisola. Il tutto dovrebbe partire verso la metà dell’ ultima decade di Gennaio per abbracciare poi la prima parte del mese di Febbraio. Ciò non significa che avremo metri di neve nella nostra regione e nessuno al momento può sapere questo. Quello però che potrebbe accadere  sarà di avere diversi giorni e diverse occasioni per precipitazioni ed eventi freddi sulla nostra penisola.

NATURALMENTE QUESTA ULTIMA IPOTESI ANDRA’ APPROFONDITA E VERIFICATA NEI PROSSIMI GIORNI MA QUELLO CHE MI SENTO DI DIRE E CHE L’ INVERNO NON E’ FINITO MA ANZI E’ APPENA INIZIATO!!!

Un saluto a tutti 

Ric Meteo Gubbio.


FREDDO IN ARRIVO!!! ANCHE QUESTA VOLTA SOLO FREDDO E POCA NEVE!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Nuovo affondo freddo previsto sulla nostra penisola per i prossimi giorni, ma come per quello appena passato, avremo più freddo che altro.

La nuova perturbazione  rimarrà infatti con il suo “cuore” freddo nell’area balcanica ed interesserà solo in maniera parziale la nostra penisola. Oltre a questo, rispetto alla precedente perturbazione, quella di cui sto parlando ora non sarà composta da aria prettamente continentale ma da aria polare marittima più umida ma meno fredda della precedente. 

La situazione ricalcherà molto probabilmente quella appena passata ma con temperature meno fredde. Le zone più colpite saranno quelle del medio basso adriatico, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia che oltre al freddo avranno buone precipitazioni nevose per 2/3 giorni. Inizialmente nevicherà a quote collinari per poi vedere abbassarsi tale quota fino alla pianura.

Per quanto riguarda la nostra regione la situazione è abbastanza complicata e disomogenea. Avremo le zone appenniniche più interessate dal peggioramento, zone che vedranno  neve e molto probabilmente accumuli dovuti all’ attivazione dello STAU appenninico. Più ci allontaneremo dalla dorsale appenninica e meno saranno le precipitazioni salvo alcuni rovesci nevosi sempre possibili in queste situazioni. Le zone dell’ ovest regionale e del sud della regione, vivranno invece ai margini questo peggioramento con meno freddo e soprattutto con precipitazioni quasi assenti. 

Il tutto partirà da mercoledì 9 gennaio per protrarsi fino almeno al 12 Gennaio. Al momento le “finestre” nevose per la nostra regione sono relegate al pomeriggio/sera di Mercoledì e alla serata di Giovedì.  Come sempre in questi casi il condizionale è d’ obbligo ma per ora non mi aspetto neve seria se non nelle zone e nei paesi appenninici della nostra regione.

Entriamo ora nel dettaglio dei prossimi giorni per quanto riguarda la nostra regione città. Mi riservo di fornirvi aggiornamenti ove ce ne fosse bisogno in caso di cambiamenti o stravolgimenti che ritengo però poco probabili.

MARTEDI’ 8 GENNAIO

La giornata di Martedì si aprirà con cieli poco o parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Durante le ore centrali della giornata nuvolosità in aumento a partire dai settori orientali della regione ma senza precipitazioni di rilievo. Qualche debole nevicata in serata in appennino a quote comprese fra i 700/900 metri. Temperature minime  comprese -2 / 0 gradi, massime comprese fra i 4/6 gradi.

MERCOLEDI’ 9 GENNAIO

La giornata di Mercoledì si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Dalla tarda mattinata/ primo pomeriggio inizierà ad affluire aria fredda e i venti ruoteranno provenendo dai quadranti nord orientali. Nel corso del pomeriggio avremo deboli nevicate in tutte le aree appenniniche e sporadici episodi nevosi nelle zone orientali pre appenniniche Eugubino Gualdese compresi. Nel corso della  nottata insisteranno deboli nevicate in appennino. Nel resto della regione cieli parzialmente nuvolosi o nuvolosi ma con scarso rischio di precipitazioni. Temperature minime comprese fra i -1 /1 gradi massime fra i 2/4 gradi.

GIOVEDI’ 10 GENNAIO

La giornata di Giovedì  si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale salvo in appennino dove saranno presenti nuvole più compatte e locali precipitazioni nevose.  Nel corso del pomeriggio avremo deboli nevicate in tutte le aree appenniniche e sporadici episodi nevosi poco consistenti nelle zone orientali pre appenniniche Eugubino Gualdese compresi. Nel corso della  nottata insisteranno deboli nevicate in appennino. Nel resto della regione cieli parzialmente nuvolosi o nuvolosi ma con scarso rischio di precipitazioni. Temperature minime stazionarie comprese fra i -1 /1 gradi  così come le massime  comprese fra i 2/4 gradi.

MEDIO TERMINE

Ancora freddo fino almeno a Sabato 12 Gennaio ma con precipitazioni nulle o quasi su tutto il territorio regionale. Probabile fase anticiclonica fra il 12/16 gennaio.

LUNGO TERMINE

Possibile nuovo affondo freddo o molto freddo per gli inizi della terza decade di Gennaio.

Un saluto a tutti Ric Meteo Gubbio.


Le previsioni sono offerte da:

 banner_ricmeteo_2   nofriauto     fidoka306