Monthly Archives: dicembre 2018

TANTO GELO MA NIENTE NEVE!!! GENNAIO RISERVERA’ SORPRESE …

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Purtroppo o per fortuna a seconda dei gusti, la perturbazione fredda che sta per investire la nostra penisola porterà solo gelo e niente neve, se non sul medio basso adriatico che potrebbe vivere un evento davvero notevole in termini di gelo e precipitazioni.

Sto parlando dell’ imminente colata artica che colpirà anche  il nostro stivale a partire dai primi giorni del 2019. Il nocciolo freddo della struttura sfilerà lungo i balcani coinvolgendo però in maniera parziale anche l’ Italia.

Le regioni più colpite saranno quelle del medio basso adriatico in primis Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia ed in parte la regione Marche soprattutto meridionali che vedranno nevicate fin sulle coste.

Per quanto riguarda la nostra regione almeno in una prima fase 2/4 Gennaio molto probabilmente assisteremo a cieli poco nuvolosi su gran parte del territorio regionale solamente sul lato orientale della regione e in appennino potremo avere locali precipitazioni molto sporadiche e di poca intensità.  Grande gelo di primo mattino con temperature minime che molto probabilmente scenderanno in alcuni casi  fra i -6/-8 gradi. Soprattutto le massima saranno poi in forte calo con 2/3 giorni dove le temperature non supereranno i 1/3 gradi.

DETTAGLIO PER I PROSSIMI GIORNI:

MARTEDI’ 1 GENNAIO

La giornata di Martedì 1 Gennaio si aprirà con cieli poco nuvolosi su tutto il territorio regionale. I cieli si manterranno sereni o poco nuvolosi per tutta la prima parte della giornata su tutti i principali centri cittadini della regione. Nella seconda parte della giornata avremo una nuvolosità in aumento in appennino ma con scarso rischio di precipitazioni. Le temperature minime in calo che si attesteranno fra i -4/-2 gradi. Le temperature massime in lieve calo saranno comprese fra i 4/6 gradi.

 

MERCOLEDI’ 2 GENNAIO

La giornata di Mercoledì 2 Gennaio si aprirà con cieli poco nuvolosi su tutto il territorio regionale..  Avremo gelate mattutine su tutte le pianure e vallate della regione. I venti nord-orientali e saranno abbastanza sostenuti nelle  ore centrali della giornata. Nel pomeriggio aumento della nuvolosità nei settori orientali della regione con locali deboli nevicate in appennino. Le temperature saranno in calo sia nei valori minimi che in quelli massimi con le minime comprese fra gli -3/ -5  gradi le massime si attesteranno fra i  1 / 4 gradi.

 

GIOVEDI’ 3 GENNAIO

La giornata di Giovedì 3 si aprirà con cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Avremo gelate estese su tutto la regione. Durante la giornata nuvole  più compatte  solo in appennino con locali eventi nevosi. Sporadiche precipitazioni nevose nei settori orientali della ragione anche se prevarrà il soleggiamento per gran parte della giornata. Le temperature saranno in leggera diminuzione sia nei valori minimi che in quelli massimi con le temperature minime comprese fra i -5/-8 gradi mentre le massime comprese fra i  0/3  gradi. Giornata veramente fredda per il periodo.

MEDIO TERMINE

Freddo che persisterà fino almeno al 7 Gennaio. Possibilità di reiterazione del freddo con possibile neve per il fine settimana. Da valutare dopo l’ entrata effettiva della perturbazione.

LUNGO TERMINE

Gennaio che si preannuncia molto freddo e con diversi possibilità di nuovi eventi freddi in entrata sulla nostra penisola.

Buon Anno a tutti.

Ric Meteo Gubbio

 


PROBABILE FASE TRANSITORIA FINO A NATALE!!! PER CAPODANNO I BOTTI INVERNALI???

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Fase fredda che ha colpito e affondato tutto il nord e parte del centro in fase di attenuazione e conclusione. 

La prima vera ondata di freddo della stagione, ha prodotto i sui effetti in termini nevosi soprattutto nel nord Italia e parte del centro lato adriatico. Nevicate fino a fondo valle hanno interessato soprattutto l’ arco alpino, tutta la pianura padana ed in parte Umbria e Marche, con quest’ ultima che ha visto eventi nevosi con leggero accumulo fin sulle coste. Trattandosi di aria Artica con intrusioni Atlantiche, quindi abbastanza umida, ha prodotto precipitazioni anche abbondanti su tutto il centro-nord della nostra penisola e dove ha retto il “cuscino” freddo queste si sono rivelate nevose a quote di bassa collina. 

Ora come anticipato nei precedenti articoli ci attende un periodo interlocutorio, che vedrà sopra  la nostra penisola l’ espandersi dell’ alta pressione con conseguente aumento delle temperature. Non mancheranno però piccole intrusioni atlantiche che di tanto in tanto causeranno piovaschi e tempo uggioso su tutto il nord e centro Italia. Anche il sud Italia vedrà piogge nei prossimi giorni anche se le temperature saranno davvero “calde” per il periodo.

Contrariamente a quanto faccio di solito, non starò a mettervi tutte le previsioni giornaliere salvo la giornata di Giovedì che troverete di seguito. Non metto dettagli perché la altre giornate fino al fine settimana compreso, si ripeteranno più o meno uguali con nuvole che copriranno i cieli per la maggior parte delle giornate stesse, nebbie sia di primo mattino che in tarda serata e qualche piovasco di poco conto sopratutto nelle ore centrali . Clima e giornate abbastanza monotone dal punto di vesta meteorologico e sopratutto non fredde per il periodo. Avremo comunque sempre, una marcata escursione termica fra le ore del giorno e quelle notturne, con minime che si avvicineranno sempre allo zero termico. Nel contempo avremo però massime comprese fra i 7/10 gradi e quindi di qualche grado superiori alla media del periodo.

Giornata peggiore quella di Giovedì 20 dicembre:

GIOVEDI’ 20  DICEMBRE

La Giornata di giovedì vedrà nuvolosità sparsa su tutto il territorio regionale con piovaschi sparsi fin dal primo mattino. Dal primo pomeriggio la nuvolosità diverrà più compatta con piogge più consistenti solamente nelle località appenniniche della regione. Nel resto del territorio regionale diminuzione della nuvolosità a partire dal tardo pomeriggio/sera. Temperature sia minima che massime stazionarie con le prime che si attesteranno fra 1/3 gradi massima comprese fra i 6/8 gradi.

MEDIO TERMINE

La situazione descritta dovrebbe perdurare fino almeno alla giornata di Natale. Nessun evento freddo è previsto infatti per le nostre zone, la nostra regione, ed in generale tutto il bacino del mediterraneo. Troppo presto per dirvi come sarà la giornata del 25 ma sicuramente non è presto per annunciarvi che al 99% non sarà una giornata fredda o nevosa.

LUNGO TERMINE

Nei precedenti articoli, citavo come possibile nuovo affondo freddo sulla nostra penisola, il periodo delle festività fra Natale e Capodanno. Fino all’ ultimo ho sperato in un Natale nevoso, ma anche se il tutto sembra rimandato di qualche giorno, rimango convinto di un possibile episodio freddo che ci interesserà  direttamente per quelle date.  Un potente riscaldamento stratosferico in sede polare, che si sta verificando già in questi giorni, dovrebbe produrre i suoi effetti in troposfera proprio nei giorni citati. Gli indici collegati alla stratosfera, indicano come bersaglio di tale propagazione ai livelli più bassi proprio l’ Europa e il bacino del mediterraneo. Detto questo, è impossibile sapere come e quando sarà coinvolta la nostra regione o la nostra penisola, certo è che la portata di questo riscaldamento e i sui effetti in troposfera, potrebbero essere davvero importanti in termini di freddo su alcuni territori, Italia compresa. Queste informazioni riguardano come detto il periodo 25 Dicembre /3 Gennaio anche se sono abbastanza convinto che prima della fine dell’ anno sentiremo parlare degli effetti del GENERALE INVERNO.

Buona giornata a tutti e a presto per nuovi aggiornamenti.

Ric Meteo Gubbio


TEMPERATURE FREDDE… MA NEVE VERA SOLO AL NORD!!

Category : Previsioni

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Come anticipato nei giorni scorsi, è arrivata la prima perturbazione fredda della stagione. Aria artica proveniente dai quadranti nord orientali sta affluendo infatti in queste ore su tutto il nord e centro Italia. Come spesso accade in queste occasioni rimarranno quasi indenni o perlomeno molto più riparate dal freddo in entrata tutte le regioni del sud Italia, sopratutto lato tirrenico e isole.

La perturbazione in entrata come specificato più volte verrà rapidamente agganciata da una depressione atlantica presente ora fra l’ Inghilterra e il nord della Francia. Tale aggancio non permetterà il perdurare di questa situazione fredda che si esaurirà molto probabilmente entro il fine settimana e che soprattutto produrrà effetti precipitativi importanti solamente nel nord Italia. 

Questa carta cerca di spiegarvi  tramite le frecce come avverrà l’ aggancio delle due depressioni:

Successivamente a questa situazione avremo molto probabilmente una pausa anticiclonica e un momentaneo rialzo delle temperature. Se dovessi darvi dei step temporali vi indicherei questo tipo di date. Naturalmente sto parlando dei nostri territori e più in generale di tutto il centro Italia:

12/15 Freddo con occasioni nevose in appennino ed in alcuni casi pre appennino con quota neve compresa fra i 500/800 metri. Precipitazioni non abbondanti ma che potrebbero vedere soprattutto fra la serata odierna e la nottata accumuli nevosi in Appennino stesso discorso fra Venerdì in serata e Sabato mattina anche se la quota neve sarà un po’ più alta.

16/23 Probabile fase di stasi con temperature in rialzo che si porteranno qualche grado sopra la media del periodo. Inversioni termiche marcate fra il giorno e la notte con temperature minime che rimarranno comunque vicino alla zero termico. Qualche pioggia dovuta ad intrusioni atlantiche.

24/31 Probabile nuovo affondo freddo sul bacino del mediterraneo con effetti ancora tutti da valutare per quanto riguarda la nostra penisola e sopratutto i nostri territori.

L’ ultima affermazione andrà valutata attentamente con i prossimi aggiornamenti dei modelli meteorologici, anche se ci sono diverse indicazioni dai vari indici stratosferici che propendono per un futuro blocco alto pressorio in atlantico con conseguente discesa fredda sul bacino del mediterraneo.  Personalmente sono molto convinto che potremmo avere una fase fredda anche sui nostri territori per il periodo citato.

Detto tutto ciò vi raccomando di prendere i vari step temporali come indicazione e non completamente alla lettera visto le distanze temporali che per una previsione meteorologica sono “abissali”.

Vediamo cosa potrà accadere nelle prossime ore e nei prossimi giorni pre quanto riguarda i nostri territori:

Mercoledì 12 Dicembre

La giornata di MERCOLEDI’  si aprirà su tutto il territorio regionale con cieli poco nuvolosi ed estese gelate nei principali centri cittadini della regione. Nel corso della giornata avremo un aumento della nuvolosità  che produrrà piogge sparse su tutto il territorio regionale di blanda intensità. Nel pomeriggio ed in serata deboli nevicate in appennino e pre appennino con quota neve in calo fino a 600/800 metri. Non escludo qualche fiocco anche sulla nostra città fra in nottata se persisteranno le precipitazioni.Temperature sia minime che massime fresche e  stazionarie con le prime comprese fra i -5/-2  gradi mentre le seconde comprese fra gli 3/5  gradi. Giornata pienamente invernale.

 

Giovedì 13 Dicembre

La giornata di GIOVEDI’  si aprirà abbastanza soleggiata su tutti i principali centri cittadini della regione con gelate su tutte le pianure della regione. Da metà mattinata avremo un aumento della nuvolosità su tutto il territorio regionale con nuvole più compatte che non dovrebbero produrre precipitazioni se non isolati fenomeni in appennino con quota neve compresa fra 1000/1200 metri. Nel resto del territorio nuvolosità che dovrebbe farsi meno insistente a partire dal pomeriggio/sera. Temperature in leggero aumento con le minime comprese fra i -2/2  gradi e le massime comprese fra gli 5/7 gradi.

Venerdì 14 Dicembre

Giornata perturbata con frequenti piogge su tutto il territorio regionale. Le temperature si manterranno fresche con quota neve compresa fra i 900/1000 in appennino e lato orientale della regione. Quota neve più alta nel resto del territorio regionale.  Pioggia intermittente ma abbastanza insistente su tutti i principali centri cittadini della regione.  Temperature minime in lieve rialzo comprese fra i 0/2 gradi. Massime stazionarie comprese fra i 4/6 gradi.

Sabato 15 Dicembre

Cieli ancora nuvolosi di primo mattino con locali piovaschi in fase di cessazione. Da metà mattinata cieli parzialmente nuvolosi con nuvole irregolari ma senza grande rischio di precipitazioni. Durante la giornata cieli parzialmente nuvolosi su tutto il territorio regionale. Temperature minime comprese fra i 0/3 gradi, massima fra i 5/8 gradi.

Domenica 16 Dicembre

Prima parte della giornata di Domenica che sarà soleggiata su tutto il territorio regionale, con gelate nelle pianure della nostra regione. Nel corso della giornata nuvolosità in aumento che si farà compatta a partire dal primo pomeriggio ma senza rischio di precipitazioni. Temperature minime in lieve calo comprese fra i -2/0 gradi massime stazionarie comprese fra i 5/7 gradi.

Quindi freddo ma niente neve seria sui nostri territori se almeno intendiamo tutte  le principali cittadine della regione.

Buon fine settimana a tutti da Ric Meteo Gubbio.


ARRIVA IL FREDDO MA NON PARLIAMO DI GELO!!!

Category : Previsioni , Uncategorized

Ben ritrovati a tutti gli amici e lettori.

Come già anticipato sulle notizie veloci di facebook, sta per arrivare l’ inverno, anche se non stiamo parlando di nessun evento ma solamente del ritorno in media delle temperature, che per qualche giorno saranno davvero fresche e finalmente invernali.

Nei prossimi giorni, una depressione recante aria polare, tenterà di raggiungere il bacino del mediterraneo ma solamente in parte riuscirà nel suo intento. La stessa verrà infatti attirata a se abbastanza rapidamente da una depressione atlantica lasciando il “grosso” del freddo oltralpe e nell’ Europa centrale.

Non è facile spiegarvi tali dinamiche proverò quindi ad aiutarmi con delle carte da me modificate:

Anche se non si vede molto questa è la carta che ci mostra la depressione in entrata sul bacino del mediterraneo. La stessa dovrebbe entrare in maniera parziale come già detto perchè attirata dall’ altra depressione presente in atlantico.

Ecco cosa penso accadrà senza tanti tecnicismi visto che di solito annoiano chi non è un’ appassionato di meteorologia:

7/9 Dicembre: Periodo ancora con temperature sopra la media del periodo. Giornate abbastanza nuvolose soprattutto per quanto riguarda tutto il centro nord compresi i nostri territori. Per quanto riguarda l’ Umbria nello specifico Venerdì nuvoloso o parzialmente nuvoloso per tutta la giornata. Qualche piovasco in tarda serata. Pericolo nebbia per quanto riguarda le ore dell’ accensione dell’ Albero di Natale di Gubbio, essendo fortunati potremmo vedere comunque una grande parte dell’ albero.

9/13 Dicembre: Primo freddo al nord nella giornata di Domenica 9 con prime nevicate su tutto l’ arco alpino. Discesa dell’ aria fredda che raggiungerà il centro Italia nella giornata di Lunedì 10. Per quanto riguarda l’ Umbria temperature fredde e possibili nevicate coreografiche in appennino e pre appennino senza rischio di accumuli fra il 10 notte e il 13. Temperature di alcuni gradi sotto la media del periodo. Prime serie gelate della stagione. Nessun rischio accumuli nevosi!! Più freddo che altro!!

14/18 Dicembre probabile fase Atlantica con nevicate diffuse al nord e piogge al centro.

Cercherò di essere più preciso per quanto riguarda il periodo freddo che ci interesserà la prossima settimana con i prossimi aggiornamenti.

Un saluto a tutti Ric Meteo Gubbio.


Le previsioni sono offerte da:

 banner_ricmeteo_2   nofriauto     fidoka306